Menu
Cerini ad Agrigento e nuove identità

Si maritau Rosa, Saridda e Pippinedda e iu, ca sugnu beddu, mi vogghiu ammuccià!

Gli affari vanno male.
Pensavo di farcela: eppure nulla.
Pensavo di vendermi: ma nessuno mi vuole.
Pensavo di fingere: ma mi hanno scoperto.

Insomma, Rosa e Saridda si sono accasate. Pippinedda diventa compare di Rosa e Saridda e io, che sono bello da far paura... cerco di nascondermi dal pubblico ludibrio.

Voi, gente del mondo che capite Pirandello e conoscete il mio triste pensiero.
Donatemi un cerino affinchè io percorra le vie deserte della mia triste commedia.
Cambiatemi volto... cambiatemi nome...

Ma qui nessuno sente, e nessuno s'accorge che sono scomparso...

Finiù u tempo d'aspittari