Menu
centrodestra agrigento unico candidato

Il Centrodestra unito ad Agrigento sarà efficace solo se i partiti considereranno le estrazioni politiche dei loro candidati

Immaginate un PD con a capo Matteo Salvini.
Immaginate una Lega con segretario Matteo Renzi, oppure un Fratelli d'Italia a favore dell'immigrazione incontrollata.
Qualcosa non torna vero?
E' proprio quello che i partiti di centrodestra in Sicilia dovranno tenere in considerazione se volessero unirsi tutti sotto un unico cielo.
L'attenzione sui loro candidati sarà la mossa più credibile per un progetto difficile ma fattibile.
Non potrebbe essere altrimenti!

Infatti, se le proposte dei candidati sindaci dei partiti di centrodestra operanti ad Agrigento, fossero in totale contrasto con il profilo dei loro candidati, la credibilità sarebbe meno di zero e l'elettorato non potrebbe rispondere con la forza che si ci aspetta da una coalizione di questa portata.

La situazione attuale dei candidati sindaci aspiranti alla coalizione di centrodestra di Agrigento

Di Centrodestra c'è Aldo Piazza (liste civiche + Vox italia), Salvatore Falzone (Lega) e Franco Miccichè (liste civiche).
Fratelli d'Italia ancora non si è espressa ufficialmente sul proprio candidato sindaco; le voci che corrono in città li associano però all'ex sindaco Marco Zambuto (PD).
Ovviamente, senza alcun comunicato ufficiale, tutto va considerato come mera ipotesi.
Il dato certo, come detto prima, è che l'espressione del centrodestra unito (almeno ad Agrigento) non può essere rappresentata da un candidato che non vi appartiene...
Aspetteremo quindi le comunicazioni ufficiali augurandoci serietà politica nelle scelte delle candidature.

Una poltrona per tre

A questo punto ci sono alcune considerazioni finali che reputiamo doverose per concludere un ragionamento logico. 
Se il centrodestra ad Agrigento si unisse realmente, dovrebbe scegliere tra i tre candidati che potrebbero esserne la piena l'espressione: Piazza, Falzone e Miccichè.
In questo caso si chiederà ai due rimanenti di fare un passo indietro - ma comunque - di avallare un progetto ancora più grande della loro stessa candidatura.

Si vedrà in un simile scenario, quanto sia forte l'appartenenza e la dedizione politica ancor prima della ricerca di una poltrona.
Fare un passo indietro per una città migliore sarà sinonimo di coraggio e di affidabilità... 

Unire sotto un solo candidato i tre possibili aspiranti del centrodestra sarà (da parte chi rinuncia ad essere il primo cittadino) una decisione che denota un grande atto d'amore e di fiducia che pochi potranno sostenere

In questa logica di rinunce per una causa più grande si vedranno i veri vincitori di una politica, fino ad oggi, fallimentare

 

 

fShare
36