Menu
Candidati sindaco Agrigento
  • Chi si candida come candidato sindaco di Agrigento?


  • Ecco ad oggi i candidati sindaco di Agrigento:

  • 1) Il sindaco uscente Calogero Firetto
  • 2) L'ex sindaco Marco Zambuto
  • 3) il dr. Franco Miccichè

Ognuno di essi ha sicuramente fatto i suoi conti e si spende con una nuova candidatura cercando accordi politici.
Bene, leggittimo e sacrosanto!

Però c'è una cosa che sfugge a tutto questo. Una cosa che va avanti da anni e che tutti diamo ormai per scontato.
Si cercano solo accordi politici!

Dove sono le raccolte di idee e i suggerimenti che arrivano dalla gente di Agrigento? Perchè si parla solo di accordi politici e non di accordi con la gente?
Ecco, questo è quello che rende la politica agrigentina sempre più lontana dal capire le vere necessità della città.

Forse c'è una soluzione, Aldo Piazza

Il tempo delle chiacchiere e distintivo è finito.
Adesso è ufficiale con il lancio via web del primo messaggio, Aldo Piazza l’evergreen,è tornato non nell’agorà ma nella “Piazza” cittadina e aspira nuovamente a irradiare luce e speranza all’interno della buia e blindata porta centrale di Palazzo dei Giganti.

E sì,c’è la seconda vita di Aldo Piazza,vera incarnazione dell’animus pugnandi agrigentino,un figlio del popolo che dopo essersi forgiato nei fasti dell’antica democrazia cristiana e già pupillo di Trincanato e la generazione dei quarantenni assieme al sempiterno Roberto Di Mauro si rimette in gioco,tagliando il cordone ombelicale con lo schema che,nel bene o nel male,ha governato,sgovernato e gestito la città di Pirandello.

Aldo ha iniziato a marciare e a incontrare il popolo agrigentino,sempre più diffidente verso i nuovi eroi della politica 4.0,ma lui è così,un peso welter che ascolta,ascolta e razionalizza,qualcuno l’ha definito ermetico,altri hegeliano,lui è semplicemente Aldo.

La domanda che si fanno i mestieranti della politica che intendono la politica come professione e che vivono di politica è questa:ma chi c’è dietro questo mite e segaligno personaggio che si è fatto avanti partendo dal centro per l’impiego e in meno di due lustri e ha scalato montagne?Ed è diventato la iattura e il bersaglio facile della cosiddetta politica degli pseudo intellettuali.

Solo un personaggio da eliminare politicamente?ebbene no, dietro Aldo non c’è il sistema sbiadito,insulso a tratti arrogante dell’onorata società,davanti Aldo e non dietro c’è l’agrigentino libero da schemi,non ingessato da logiche o con me o contro di me,c’è solo gente libera che vuole trasmettere quel vento del cambiamento,quella rivoluzione decisa,gentile ma che schianti definitivamente quel ceto politico che ha distrutto Agrigento.

Il periodo che una minoranza pericolosa di anti-professionisti della politica dava pagelline,di buoni e cattivi,deve sparire definitivamente continua un Aldo ormai concentrato solo sul rilancio della città,non più periferia del Sud,ma città aperta,libera,scevra da falsi profeti e moralizzatori del nulla.

L’intelligenza e la fantasia al potere,riprendendo una stagione pasoliniana che qui ad Agrigento non ricorda proprio nessuno sono il dna del nuovo Aldo.

fonte sicilialive24.it

fShare
4
Pin It